Ode al Presente

tumblr_lkq60zibEj1qgnfc3o1_500_large.jpg

 

Questo 
presente
liscio 
come una tavola,
fresco,
quest’ora,
questo giorno
terso
come una coppa nuova
– del passato
non c’è una sola
ragnatela –
tocchiamo
con le dita
il presente,
ne scolpiamo 
il profilo,
ne guidiamo
il germe,
è vivente,
vivo,
non ha nulla
dell’ieri irrimediabile,
del passato perduto,
è nostra
creatura,
sta crescendo
in questo 
momento, sta trasportando
sabbia, sta mangiando
nelle nostre mani,
prendilo,
non lasciarlo scivolare,
che non sfumi in sogni
o in parole,
afferralo,
trattienilo
e dagli ordini
finché non ti obbedisca,
fanne strada,
campana,
macchina,
bacio, libro,
carezza,
taglia la sua deliziosa
fragranza di legname
e con essa
fatti una sedia,
intrecciane
lo schienale,
provala,
o anche
una scala!

Sì,
una scala,
sali
nel presente.
gradino 
dopo gradino,
fermi
i piedi sopra il legno
del presente,
verso l’alto,
verso l’alto,
non molto in alto,
soltanto
fin dove tu possa
riparare 
le grondaie
del tetto,
non molto in alto,
non andartene in cielo,
raggiungi
le mele,
non le nuvole,
quelle
lasciale
andare per il cielo, andare
verso il passato.
Tu
sei
il tuo presente,
la tua mela:
prendila
dal tuo albero,
innalzala
nella tua
mano,
brilla
come una stella,
toccala,
addentala e incamminati
fischiettando per strada.


Pablo Neruda

 


Ode al Presenteultima modifica: 2013-02-17T14:56:02+00:00da nunziartina
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Ode al Presente

  1. Bella poesia, complimenti per la scelta, hai sempre un ottimo gusto.
    ————

    Certo, un po di buonumore non fa mai male, come dice il detto, il sorriso fa buon sangue.
    Non è farina del mio sacco ma è stato copiato da un altro blog, comunque meritava e cosi mi andava di condividerlo con gli altri e l’ho postato.
    Grazie per il passaggio nel mio blog.
    Ciao Nunzia, un saluto affettuoso e un forte abbraccio.

  2. ciao nunziartina, grazie degli auguri che ricambio con affetto, non si può dire che sia stata una pasqua migliore di altre, se non per il nuovo papa, rappresentante “umano” di un credo sulla terra, tutto sommato è l’unica cosa gradevole in questo periodo, sai che sono giorgista, ma certe persone possono rientrare nelle mie considerazioni, se avessi un bidone della spazzatura adeguato, ci ficcherei le altre, dolce vita e un bacetto, cgdg

  3. CIAOOOO MIA ANIMA GEMELLAAAA!!!
    AUGURISSIMI!!!
    un po’ ritardati qui ma non nel mio cuore!!!
    :-))))
    Quanta gioia avere un papa che viene dalla tua terra, ogni volta che lo vedo e lo sento parlare con tanto amore, fede e umiltà mi sembra di averti accanto, di respirare un aria fresca che allontana le tantissime ansie che la crisi ci crea

    Sempre con te l’anima mia dolcissima sorella in spirito
    TI VOGLIO BENE!!!
    un enorme bacione
    dif

  4. Ciao NUNZIATINA
    Bellissima!
    NERUDA é un poeta che leggo e rileggo senza mai stancarmi, vi trovo sempre una sfumatura che mi emoziona
    sai che la tua terra ci ha mandato papa Francesco? Un uomo eccezionale che si fa amare da tutti
    ……
    grazie infinite degli auguri, contraccambio per una pentecoste di luce
    :-))))))))))))))))))))
    un abbraccio da me e dall’italia!
    elda

Lascia un commento